Vigo di Fassa

Vigo di Fassa ... Un magico paese protetto dal "Giardono delle Rose"

Informazioni: Ufficio Turistico, via Roma, 18
Tel. 0462 764093
Altitudine: 1383 metri
Abitanti: 1116

Vigo di Fassa è posta sul tragitto della Grande Strada delle Dolomiti, che mette in unisce la val d’Ega con i passi Pordoi e Falzarego.
Il paese è disteso su un vasto terrazzamento attorniato dai boschi, in collocazione dominante rispetto alla valle.
Alle spalle, la cornice meravigliosa del gruppo del Catinaccio, il celebre "giardino delle rose" così chiamato per le tonalità rosate assunte dalla roccia nelle ore del tramonto.


Da Vedere

La gotica parrocchiale di San Giovanni risale al XV secolo, edificata su di una anteriore chiesa romanica di cui oggi rimangono solo alcuni resti vicino alla cripta.
Di fianco alla costruzione si erge un campanile dall’altissima cuspide. All’interno è conservato un ciclo di affreschi gotici con vicende del santo.

La chiesa di Santa Giuliana, anch’essa con forme gotiche, possiede uno slanciato campanile a cuspide. All’interno custodisce diversi affreschi quattrocenteschi e settecenteschi.

Come nelle altre valli intorno al gruppo del Sella, anche in quella di Fassa si sono mantenuti i segni della lingua e della cultura ladina.
Al centro di una valle ladina come la val di Fassa, Vigo è domicilio dell’istituto culturale ladino, attivo nella protezione e valorizzazione di lingua e cultura ladine, raccogliendo e studiando materiali sulla storia, l’economia e i costumi di questo popolo, oltre a gestire il Museo ladino di Fassa che ripercorre la vita degli abitanti della valle dall’età del Ferro ai nostri giorni. Il museo è fiancheggiato da una struttura musearia sparsa nel territorio, ideata come percorso etnografico che raggiunge i vari luoghi di lavoro sparsi nella valle.
In special modo si possono vedere una segheria veneziana, a Penia di Canazei, l’ultima segheria idraulica ancora esistente in val di Fassa e documentata fin dal ‘500; la bottega del bottaio a Moena; il mulino ad acqua a Pera di Fassa.

Vigo estate e inverno
Nella stagione invernale il balcone naturale del Ciampedie, a 1998 m, è il cuore dell’area sciistica più vicina al paese, ma comodamente raggiungibili sono altresì gli impianti del passo di Costalunga e del Buffaure.

In estate il paesaggio dominato dalle punte svettanti del gruppo del Catinaccio dai verdi pascoli e dalle profonde foreste è di grande fascino. Considerevole è la quantità di escursioni e di ascensioni di grande interesse.
I più importanti punti di partenza sono il pianoro di Ciampedie, che si conquista in pochi minuti con una moderna funivia direttamente da Vigo, e la conca di Gardeccia, con accesso dalla valle Vajolet, che si apre subito dopo il paese di Pozza di Fassa.

Pozza di Fassa
Poco meno di 1,5 km a valle di Vigo di Fassa si trova Pozza di Fassa (1325 m), con l’incantevole chiesa di San Nicolò dalle forme gotiche.
Dal paese si può salire con la cabinovia al rifugio Buffaure (2044 m), situato davanti alle audaci rocce del Catinaccio con un panorama è affascinante.
Dalla prossima frazione di Pera di Fassa si giunge per mezzo della valle Vajolet alla magnifica conca di Gardeccia (1948 m), dove si trovano alcuni rifugi.
Da qui, con un bellissimo e praticato percorso si conquista in circa un’ora il rifugio Vajolet (2243 m).


Dove dormire a Vigo di Fassa

Per le tue vacanze a Vigo di Fassa, QUI puoi scegliere la struttura alberghiera che fa per te.


Guarda le foto di Vigo di Fassa
Esplora le tante fotografie di Vigo di Fassa su flickr.com.


Webcam Vigo di Fassa

Vigo di Fassa
Catinaccio Rosengarten

Webcam Vigo di Fassa: Catinaccio Rosengarten
Vigo di Fassa
Seggiovia Pra Martin

Webcam Vigo di Fassa: Seggiovia Pra Martin
Vigo di Fassa
Campo scuola

Webcam Vigo di Fassa: Campo scuola